Acea energia reclami

Acea Energia

Acea Energia è uno dei tanti fornitori presenti sul mercato dell'energia elettrica e del gas che ad oggi conta una numerosissima rete di clienti. I servizi offerti sono davvero molti, adeguati a soddisfare le esigenze dei più, sia parlando di aziende che di semplici nuclei familiari. Tariffe particolareggiate ed adeguate a tutte le necessità prevedono la possibilità di scegliere tra opzioni monorarie o biorarie, avendo sempre chiarissimo il costo per la fornitura dell'energia elettrica o del gas. Chiunque può decidere di diventare cliente di Acea Energia. E' sufficiente, a tale scopo, chiamare il numero verde 800/130333, attivo 24 ore su 24 e completamente gratuito sia da fisso che da mobile. Al momento della telefonata è fondamentale tenere sotto mano una bolletta del vecchio fornitore e tutti i propri documenti personali, i cui estremi andranno comunicati.
traliccio per energia elettrica

Acea di Roma 1909-1996. Energia e acqua per la capitale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69€


Motivi per cui inoltrare un reclamo

I motivi per cui inoltrare un reclamo ad Acea Energia, così come a qualsiasi altro fornitore di servizi, possono essere delle più svariate tipologie. Si può trattare, ad esempio, di disservizi legati ad una bolletta recapitata due volte consecutivamente, di importi conteggiati male, di fatture errate nell'importo o nei dati indicati all'interno, di un pagamento richiesto ingiustificatamente essendo relativo ad un servizio mai richiesto, di un'interruzione della fornitura elettrica (o del gas) senza alcuna buona e giustificata motivazione o di un contratto per cui si era chiesta la cessazione ma che risulta ancora attivo oltre i termini. Qualsiasi disservizio, quindi, non sia richiesto o contemplato all'interno del contratto può dare il via ad un reclamo da inoltrare direttamente al proprio fornitore esclusivamente in forma scritta con ricevuta, per posta o fax.

  • fornelli del gas accesi Acea Energia è una società per azioni italiana impegnata nel segmento delle utilities. Già leader nel settore idrico con 1,5 milioni di clienti serviti, Acea Energia è una delle principali società di ...
  • La sede principale di Acea energia Prima di prendere in considerazione le tariffe Acea energia, bisogna dire che questa azienda fa parte del gruppo Acea, che da anni vende energia elettrica, gas e altri servizi, compresa anche l’erogaz...
  • acea energia guasti Per rendere il servizio di assistenza più celere nel fornire aiuto ai clienti, Acea Energia Guasti ha istituito diversi servizi di pronta assistenza, differenti a seconda del tipo di problema. C'è un...
  • acea energia holding Acea Energia Holding S.p.A è una società che occupa una posizione leader nel settore energetico e idrico italiano, vantando il primato per quanto riguarda la fornitura d'acqua su tutto il territorio n...

Protezione impermeabile Area Tongjing 240W 2500-7500K LED Luce stradale Sicurezza Apparecchio di illuminazione 15500-18500Lm IP65 per Esterni Casa AL-H-LL240W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 842,99€


Acea Energia reclami

Per i clienti di Acea Energia, i reclami devono seguire un iter ben specificato, al fine di poter essere presi in considerazione e, conseguentemente, risolti. Il reclamo va, innanzitutto, inviato in forma scritta, utilizzando, se possibile, un modulo appositamente predisposto. La modulistica va scaricata direttamente dal sito ufficiale del fornitore, ovvero "aceaenergia.it", a cui si deve sempre essere registrati. Una volta scaricato, il modulo va compilato con tutte le informazioni necessarie, quali i propri dati personali, il servizio per cui si reclama, il proprio codice cliente, le motivazioni che spingono al reclamo. Il tutto va poi inviato al fornitore mediante raccomandata con ricevuta di ritorno all'indirizzo Acea Energia SpA, Servizio di mercato libero di maggior tutela, casella postale 5114, 00154 Roma.


Acea energia reclami: Cosa accade a reclamo inoltrato

Cosa accade a reclamo inoltrato? La primissima cosa da fare è certamente quella di aspettare che la comunicazione arrivi a destinazione e che la situazione venga studiata. E' bene sapere che, comunque, vi sono dei termini entro cui il cliente ha diritto a ricevere una risposta da parte del proprio fornitore. Normalmente, questo termine è fissato a 15 giorni, ovviamente lavorativi. In caso di mancata risposta entro questo termine, si ha diritto ad un indennizzo che dipende dai giorni di ritardo della risposta stessa. Entro 80 giorni si ha diritto all'accredito di 20 euro, dopo 120 giorni a 60 euro mentre per un ritardo da 80 a 120 euro devono essere corrisposti 40 euro. Tale indennizzo viene restituito esclusivamente tramite sconto sulla bolletta successiva ed è obbligatorio per legge (ovviamente per reclamo fondato).


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO