Rata mutuo

Calcolo rata del mutuo INPDAP

I mutui INPDAP sono concessi ai dipendenti statali per l’acquisto della prima casa e hanno una durata variabile dai dieci ai trent’anni. Si tratta di finanziamenti agevolati destinati a dipendenti e pensionati dell’Istituto Nazionale di Previdenza delle Amministrazioni Pubbliche. Per poter accedere al mutuo, che ha un importo erogabile massimo di 300.000 euro, si deve essere iscritti almeno da tre anni al fondo di gestione dei crediti dell’INPDAP. Oltre a questo, però, esistono molti fattori dai quali dipende la possibilità di poter accedere a questa forma di finanziamento e per calcolare quale importo è possibile ottenere. Per aiutare l’utente a orientarsi tra le varie opzioni, è possibile utilizzare degli strumenti online per il calcolo della rata del mutuo INPDAP. In caso di situazioni particolari, comunque, è possibile farsi assistere presso gli sportelli dell’ente.
Esempio di calcolo tramite foglio Excel

Anatocismo E Ammortamento Di Mutui Alla Francese: Manuale Per Le Professioni Di Magistrato, Dottore Commercialista E Avvocato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,58€


La simulazione della rata del mutuo

Prima di sottoscrivere un mutuo è sempre consigliabile avere chiare in mente le condizioni di questo e quanto andranno ad incidere sulle nostre finanze. Un mutuo, generalmente, può durare per molti anni e avere un’idea chiara del suo costo nel tempo può aiutare a prendere una decisione ragionata e, soprattutto, a capire cosa ci si può effettivamente permettere. In rete esistono diversi calcolatori che possono aiutare ad orientarsi in questi calcoli. Gli aspetti fondamentali che vanno conosciuti, prima di effettuare una simulazione, riguardano le diverse tipologie di mutuo. Innanzitutto, si deve distinguere tra mutui che hanno un tasso iniziale diverso dal tasso a regime, poiché in questi l’ammontare della rata varia nel tempo. In secondo luogo, la simulazione della rata del mutuo dipende dal fatto che si sottoscriva un finanziamento a tasso fisso o variabile. In questo caso vanno conosciuti gli indici Euribor, nel caso del tasso variabile, e IRS, nel caso del tasso fisso.

    Mutuo

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 0€


    Il calcolatore della rata del mutuo

    Per aiutare chi vuole avviare un mutuo a capire quale sarà l’effettivo andamento dei suoi pagamenti nel corso del tempo, è opportuno l’utilizzo di un calcolatore della rata del mutuo. Si tratta di strumenti facilmente reperibili online e in grado di fornire, una volta inseriti i dati iniziali, un prospetto del piano di ammortamento globale del finanziamento. Oltre ai calcolatori generici, spesso le banche, soprattutto quelle che offrono conti e mutui online, hanno a disposizione dei calcolatori ad hoc che permettono di visualizzare l’andamento dei pagamenti in modo personalizzato rispetto ai mutui da loro offerti. Per rendere più agevole la scelta, diversi servizi online offrono delle simulazioni comparate che permettono di confrontare i mutui effettivamente offerti dagli istituti di credito e di calcolare gli importi delle rate nel tempo.


    Rata mutuo: Perché calcolare la rata del mutuo

    L’offerta di mutui si è diversificata e ampliata, soprattutto negli ultimi anni. Diversi istituti offrono soluzioni ad hoc per situazioni specifiche e che comprendono mutui agevolati per determinate categorie o con condizioni di pagamento flessibili per i lavoratori atipici. La diversificazione dell’offerta, però, ha portato con se una notevole confusione, soprattutto per chi si approccia alla questione dei mutui per la prima volta. Inoltre, la possibilità di trasferire il proprio mutuo da una banca all’altra ha ampliato la necessità per il risparmiatore di accedere a strumenti per capire quando e come, eventualmente, cambiare il proprio finanziamento. Per questo motivo è sempre consigliabile usare degli strumenti per calcolare la rata del mutuo, in modo tale da avere di fronte il quadro complessivo nel momento in cui si debba prendere una decisione importante riguardo ad un investimento consistente.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO