Prestiti postali

Prestiti postali senza busta paga

I prestiti postali senza busta paga possono essere richiesti da chiunque non abbia un reddito dimostrabile. Per poterne usufruire vengono chieste delle garanzie esattamente come per tutte le altre tipologie di prestito. L'addebito della rata mensile verrà fatto su conto corrente BancoPosta, conto corrente bancario, bollettino postale oppure su PostePay Evolution. La somma concessa verrà accreditata sulla carta PostePay (anche Evolution). Fra questi prestiti ci sono il prestito BancoPosta e il prestito SpecialClash PostePay che è possibile richiedere anche online.Nel primo caso la somma richiesta va da 1.500€ a 30.000€. La durata è variabile, dai 12 agli 84 mesi. Nel secondo caso il richiedente dovrà essere titolare di una PostePay e avere un'età fra i 18 e i 70 anni e si potrà richiedere fino a 1.500€.
documenti prestiti postali

La posta in gioco. Come cambiare cassa depositi e prestiti: manifesto per una nuova finanza pubblica e sociale in Italia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,01€
(Risparmi 0,89€)


Prestiti postali con busta paga

All'interno dei prestiti postali con busta paga ci sono diversi tipi di finanziamento che riguardano richieste personali o prestiti per la ristrutturazione della casa o per consolidamento. La scelta è varia e soddisfa ogni tipo di richiesta, dalla più piccola alla più grande. Nel caso dei prestiti per i beni la somma richiesta verrà versata direttamente all'esercizio corrispondente.Alcuni prestiti possono essere richiesti anche senza che si sia titolari di un conto BancoPosta o di un conto corrente come nel caso di Prontissimo BancoPosta. E' possibile richiedere il prestito direttamente allo sportello o, nel caso di BancoPosta online, fare tutto tramite il sito delle poste. La garanzia in questo caso viene data dalla busta paga o dalla pensione del richiedente. Ci sono anche possibilità di cambiare rata o di aumentarne il numero in alcuni casi.

  • Prestiti posta Una delle forme di prestito di Poste Italiane è la formula Prestito Banco Posta. Si tratta di un finanziamento rivolto a titolari di un conto corrente, che possono richiedere un prestito per un import...
  • Calcolo rate prestito Il calcolo delle rate di un prestito si rivela fondamentale per confrontare le condizioni economiche personali con le varie offerte di prestiti di banche ed istituti di credito. In pratica è important...
  • Prestiti d'onore destinati agli studenti Il prestito d'onore di cui si parla nel decreto legge citato, è finanziato dal PMI (Piccole e Medie Industrie) ed è gestito da Invitalia.È destinato alle nuove partite IVA aperte da giovani che inte...
  • Prestiti fra privati I prestiti fra privati, cioè tra persone fisiche, che possono essere parenti oppure amici, hanno valore legale in quanto sono riconosciuti e tutelati dalla Legge. Devono però essere occasionali e non ...

Payday - Gioco da tavolo [Lingua Inglese]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,9€


Prestito postale Prontissimo BancoPosta

E' un prestito di importo contenuto che va dai 1750€ a un massimo di 10.000€. Possono richiederlo anche persone che non sono titolari di un conto BancoPosta o di un conto corrente. Nel caso in cui si sia titolari di un conto BancoPosta invece è possibile alzare la somma richiesta fino a 20.000€. La durata di questo prestito varia dai 24 agli 84 mesi. La somma richiesta viene erogata tramite un bonifico direttamente in ufficio postale o accredito su conto BancoPosta. Nel caso di importi superiori a 10.000 sarà possibile avere l'accredito solo su PostePay Evolution. Il rimborso verrà fatto con bollettini postali o addebito sul conto corrente o sulla stessa PostePay Evolution. La particolarità di questo prestito sta nel fatto che non sono previste spese di incasso rata, gestione pratica e estinzione anticipata.


Prestito BancoPosta Flessibile

Con il prestito BancoPosta Flessibile è possibile richiedere importi che vanno da 1.500€ a un massimo di 30.000€. La durata del prestito va dai 12 agli 84 mesi e la rata mensile verrà addebitata direttamente sul conto BancoPosta. Nel caso in cui vengano saldate in maniera regolare le prime sei rate, sarà possibile modificare l'importo delle successive. E' possibile effettuare questa operazione anche ogni mese. Il richiedente potrà inoltre saltare delle rate fino a un massimo di tre volte totali. Nel caso in cui venga modificato l'importo delle rate, sarà possibile allungare la durata del prestito fino a 108 mesi. La scelta è fra Rata Base (scelta inizialmente), Rata Alta (massimo oltre cui non si può aumentare ulteriomente) e Rata Bassa (rata minima richiesta). In questo caso quindi se si sceglierà Rata Alta la durata del prestito verrà diminuita mentre se si seglierà Rata Bassa verrà aumentata.




COMMENTI SULL' ARTICOLO