Prestito posta

La gamma di prestiti postali offerti da Poste Italiane

Poste Italiane riesce a mantenersi aggiornata con i tempi e diventa sempre di più in linea con le banche e gli istituti di credito, venendo incontro ai consumatori e intuendo le esigenze economiche assai mutevoli e dinamiche di oggi. Per questo motivo Poste Italiane mette a disposizione una serie di servizi di finanziamenti, piccoli e grandi prestiti per ottemperare alle più diversificate necessità economiche degli utenti. Si parla di un prestito posta di somme di denaro che possono variare dai 750 euro fino ai 30.000 mila euro, e si distinguono per tipologia e utenza a cui si rivolgono: giovani, anziani pensionati, ex dipendenti statali, possessori e non di un conto Banco Posta, famiglie, e anche prestiti per ristrutturazioni edilizie. A variare sono, inoltre, le modalità di rimborso, i tempi, il numero e l'entità delle rate e gli interessi (Tan e Taeg).
interno di un ufficio postale

La posta in gioco. Come cambiare cassa depositi e prestiti: manifesto per una nuova finanza pubblica e sociale in Italia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,01€
(Risparmi 0,89€)


Prestito posta BancoPosta: dedicato ai titolari di un conto corrente

Il prestito posta Banco Posta possono richiederlo i possessori del conto corrente postale omonimo. L'importo richiedibile con il prestito Banco Posta varia da 1500 a 30000 euro, il quale viene erogato in collaborazione con la Deutsche Bank. Il prestito è personale, ragion per cui il richiedente non è tenuto a specificare o dichiarare le motivazioni di tale richiesta per l'ottenimento della liquidità. Si può scegliere di restituire il prestito postale in rate mensili per un periodo di tempo che varia dai 12 mesi fino ai 7 anni. Per quanto riguarda gli interessi, TAN e TAEG variano in funzione di fasce di denaro che possono essere richieste. In particolare: - per importi tra 1500 e 10000 euro: TAN=10,95% e TAEG=11,65%; - per importi oltre i 10000 euro: TAN=9,95% e TAEG=10,52%. E' possibile richiedere il prestito recandosi all'ufficio postale o direttamente sul sito internet poste.it. Le spese di istruttoria e le spese accessorie obbligatorie sono gratuite.

    Bilderdepot24 tela di canapa Paul Gauguin - completamente incorniciato, direttamente dal produttore - Antichi Maestri Cani su il prato 30x40cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
    (Risparmi 1€)


    Il nuovissimo prestito posta Banco Posta Clik

    Così come il Banco Posta normale, il prestito posta Banco Posta Clik è riservato ai contocorrentisti di Poste Italiane. La differenza sostanziale è che la gestione del prestito Banco Posta Clik avviene esclusivamente tramite portale online, con firma digitale. Gli importi richiedibili e i tempi di rimborso del finanziamento sono gli stessi del conto Banco Posta normale, ma il Clik offre altri numerosi vantaggi. Senza costi accessori, Banco Posta Clik offre il tasso fisso e la rata flessibile. Dopo il rimborso delle prime 6 rate del prestito, è infatti possibile scegliere l'opzione "Cambia rata" che consente di modificare l'importo mensile del rimborso (in base al quale viene ricalcolato il periodo di tempo di rimborso) e l'opzione "Salta rata" che permette di spostare una rata mensile alla fine del periodo di rimborso del finanziamento.


    Altre forme di finanziamento Banco Posta

    Si illustrano di seguito altre forme di prestito postale che è possibile richiedere agli sportelli di Poste Italiane, caratterizzati da diverse tipologie di importi e destinatari: - Prontissimo Banco Posta: è un tipo di prestito che può essere richiesto da tutti, senza necessità di possedere un conto corrente. L'importo richiedibile varia da 1750 a 10000 euro, restituibile in rate mensili tramite bollettino postale o addebito su conto corrente. TAN e TAEG variano in funzione dell'importo del prestito e della durata del finanziamento. - Quinto Banco Posta: è una forma di finanziamento dedicata ai pensionati o ai dipendenti pubblici, anche se non detentori di un conto corrente. Viene rimborsato attraverso una trattenuta variabile che può essere al massimo un quinto della pensione o dello stipendio. Da questo ne deriva la somma richiedibile, rimborsabile dai 36 ai 120 mesi. Basta recarsi un un ufficio postale e richiedere il preventivo prestito Poste Italiane.- Special Cash PostePay: per richiedere un piccolo prestito Poste Italiane, accreditato direttamente sulla card PostePay.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO