Assicurazione casalinghe

Assicurazione casalinghe, che cos'è?

L’assicurazione per casalinghe è una polizza a tutela di chi quotidianamente si occupa della gestione e di tutti i lavori domestici nella propria casa, senza che gli venga riconosciuto un indennizzo. Pulire, stirare, lavare per terra, cucinare, ogni giorno le casalinghe mettono a rischio la propria incolumità. Basta una distrazione per ritrovarsi con un osso fratturato o la pelle ustionata. L’assicurazione casalinghe dovrebbe tutelare la categoria da eventuali incidenti casalinghi. Dovrebbe, perché in realtà per accedere alla rendita minima, (si tratta di circa 182€ al mese), è necessario che l’Inail riconosca all'infortunato almeno il 27% di invalidità. Nell’ipotesi in cui si cade da una scala e ci si frattura una gamba, l’assicurazione non risarcirà nulla, perché non sussiste il titolo di invalidità. Alla base di queste nozioni, viene spontaneo chiedersi se vale la pena sottoscrivere la polizza.
Casalinga che stira

Mobili necessari quotidiani WWYXHQC Pantaloni, che costituiscono la base del grande a bassa usura assicurazione pantaloni due terzi pantaloni di pizzo pantaloni di sicurezza seguire le orme dell'estate, la sig.ra codice corto ,5199 carne di pizzo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,29€


Come accedere all'assicurazione casalinghe

L'assicurazione per casalinghe è obbligatoria, ed è rivolta a tutte le persone che quotidianamente si prendono cura della propria casa e famiglia. Il lavoro domestico non deve essere remunerato e deve essere l’unico mestiere che si svolge nella giornata. L’età per accedere alla polizza è compresa tra i 18 e i 65 anni e il reddito familiare deve superare i 9.296,22€, e non può essere inferiore ai 4.648,11€. L’assicurato non deve essere iscritto a corsi di formazione o tirocini e non deve avvalersi di altre assicurazioni a tutela della propria persona. Anche se dal 2001 l'assicurazione per casalinghe è diventata obbligatoria, sono ancora molte le persone che non la pagano, perché concretamente si tratta di una polizza che dà poco più di niente. Secondo il parere espresso dalle associazioni a difesa dei consumatori, la soglia d'infortunio per accedere alla rendita minima è troppo alta, per questo invitano a non pagarla.

  • Cessione del quinto per finanziare sogni La cessione del quinto Inps è una tipologia di prestito che prevede un rimborso con rate trattenute direttamente sulla pensione e versate dall’istituto di previdenza. Possono chiedere questo tipo di f...
  • prestiti a pensionati Inps e Inpdap I prestiti a pensionati INPS e Inpdap si sono diffusi grazie alla formula della cessione del quinto che è il termine mediante il quale si indica un rapporto di credito tra banche o società finanziarie...
  • Come richiedere la cessione del quinto Le caratteristiche delle cessioni del quinto dello stipendio sono regolate dal Decreto del Presidente della Repubblica numero 895 del 28 luglio 1950. In particolare, la regola principale di questa t...
  • Storica insegna dell'INPS L'Inpdap è l'Istituto Nazionale di Previdenza e Assistenza per i dipendenti dell'Amministrazione Pubblica istituito con D. L. n. 479 del 30.06.1994 e soppresso con D. L. n. 201 del 06.12.2011, per cui...

TN Taglia tortelli inox 4x4 lisci Accessori da cucina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,85€


Quanto costa?

L'assicurazione casalinghe obbligatoria costa 12,91€ all'anno. La somma va versata con bollettino postale reperibile alle poste o all'Inail. L'assicurazione casalinghe è a carico dello Stato quando il reddito dell'assicurato è inferiore a 4.648,11€ e non supera i 9.296,11€. Il versamento va effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno solare. In fase di compilazione del modello 730, il costo è deducibile e va inserito nel rigo "Contributi Previdenziali ed Assistenziali". Se durante l'anno, uno dei requisiti per accedere alla polizza dovesse mancare, si può ottenere la cancellazione dai registri Inail. L'assicurazione per casalinghe copre diverse tipologie di incidenti purché accadano in casa. Non deve essere per forza la casa di residenza, la richiesta d'indennizzo può essere inoltrata anche se l'incidente domestico accade nella casa di vacanze.


Assicurazione per casalinghe, a chi conviene

L'assicurazione per casalinghe conviene all'Inail e all'Inps, un po' meno alle casalinghe. Pagare 12,91€ all'anno a fronte di un indennizzo di circa 182,00€ non è molto. Il problema sussiste quando si fa richiesta del risarcimento, perché la polizza non copre tutti gli incidenti domestici, ossia, per essere pagati bisogna che l'Inail riconosca all'infortunato una percentuale di invalidità. Se manca il requisito di invalidità, non viene riconosciuto il risarcimento. Le associazioni a difesa dei consumatori stanno lottando molto per far abbassare la percentuale di invalidità, che oggi è del 27%. Per farsi riconoscere un'invalidità minima del 27% la persona deve perdere la visibilità totale ad un occhio, o camminare a vita con tutori e protesi. Chi non paga l'assicurazione casalinghe, non viene sanzionato poiché è difficile per lo Stato procedere con i controlli.




COMMENTI SULL' ARTICOLO