Affitto con riscatto

Cos'è l'affitto con riscatto

La formula dell'affitto con riscatto è figlia del periodo di crisi che ha caratterizzato gli ultimi anni: è una scelta alternativa al mutuo, spesso rappresenta il 'piano B' quando la banca non concede il finanziamento. Il contratto di affitto con riscatto, infatti, permette di evitare il pagamento immediato dell'anticipo per il mutuo - generalmente un minimo del 20% della cifra totale della casa - e accantonare integralmente o in parte i soldi versati mensilmente per l'affitto della stessa. Dopo un certo numero di anni concordati, la cifra accantonata viene detratta dall'ammontare complessivo della compravendita e si stabilisce il mutuo sulla nuova cifra, più bassa. Grazie alla formula dell'affitto con riscatto, dunque, anche chi non dispone di sufficiente liquidità per accendere un mutuo pagando l'anticipo può iniziare a investire i soldi nell'acquisto futuro di una casa. Ma come funziona l'affitto con riscatto?
Affitto con riscatto

Comprare casa. Come trovarla, valutarla e scegliere il mutuo su misura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,05€
(Risparmi 1,95€)


Come funziona l'affitto con riscatto

Il contratto di affitto con riscatto è una sorta di compromesso tra le due alternative possibili quando si tratta di entrare in possesso, temporaneo o definitivo, di una nuova casa. Il mutuo rappresenta un investimento sul lungo termine, ma non tutti possono permettersi le significative spese che comporta accenderlo, mentre le banche sono restie a concederlo ai lavoratori atipici, precari o con contratti a tempo determinato, ad esempio. Questa formula consiste in un vero e proprio contratto di locazione a cui si unisce un contratto di opzione che stabilisce l'intenzione e la possibilità per l'acquirente di trasformare l'affitto in in compravendita, per cui i canoni mensili versati diventano un anticipo. Viene fissata una durata massima di locazione, di solito dai due ai quattro anni, una quota mensile di affitto a cui viene applicata una maggiorazione del 14% e una caparra da versare all'inizio, propedeutica al successivo contratto.

    Il consulente finanziario della famiglia. Casa e mutui. Tasse. Investimenti. Pensioni

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,75€
    (Risparmi 2,25€)


    I vantaggi dell'affitto con riscatto

    L'affitto con riscatto è un contratto che va incontro ad entrambi gli attori, sia all'acquirente che al venditore, rendendo possibile la compravendita a prescindere dalla banca. Per l'acquirente, il vantaggio più evidente è la possibilità di investire denaro in un acquisto a lungo termine, senza dover versare anticipi ingenti: su una casa di 200 mila euro, l'accensione di un mutuo all'80% richiederebbe un versamento iniziale di ben 40 mila euro, senza contare spese istruttorie e accessorie (perizia, notaio, ecc). Con un contratto di affitto con riscatto, invece, può versare un anticipo inferiore (6-8%) e dilazionare nel tempo (2-4 anni) una quota-parte significativa dell'acquisto, potendo però già risiedere nella proprietà. Il venditore, invece, riceve un canone mensile superiore all'affitto normale (fino al 30%) e acquisisce una quota immediata all'inizio.


    Affitto con riscatto: I rischi dell'affitto con riscatto

    Benché abbia indubbiamente numerosi vantaggi, la formula dell'affitto con riscatto comporta anche dei rischi non trascurabili. Si tratta di un investimento sul futuro, che rimane comunque incerto: sia rispetto alle proprie finanze e alla propria situazione lavorativa, sia ai tassi di interesse sui mutui offerti dalle banche, che potrebbero aumentare. Per questo motivo, è bene prestare particolare attenzione alle clausole del contratto: di solito, se non si procede con la compravendita al termine del contratto di locazione, il proprietario è autorizzato a trattenere interamente o in parte i canoni mensili versati, che perciò andranno persi. È evidente, però, che se l'alternativa sarebbe stata comunque un affitto normale, i cui soldi sarebbero stati in ogni caso perduti, il rischio vale la scommessa. Lato venditore, c'è la possibilità di non riuscire a vendere la casa con certezza, perciò il contratto di affitto con riscatto è adatto a chi non ha bisogno immediato di grosse liquidità (ad esempio da investire su un'altra casa).



    COMMENTI SULL' ARTICOLO