Mutuo tasso fisso

Cos'è il mutuo a tasso fisso

Il mutuatario ha prima di tutto il diritto di conoscere sia la rata del mutuo da pagare che la somma da rimborsare.

Il tasso fisso del finanziamento viene calcolato dalla banca stessa interessata, si ottiene come somma del tasso IRS e uno spread generalmente tra 1 massimo 2 % che rappresenta il guadagno della banca stessa.

Il mutuo a tasso fisso è consigliabile per tutti coloro che non amano rischiare ma che sapranno già dall'inizio l'ammontare totale della sua cifra e quale sarà il piano di ammortamento.

Vi è da dire che questo è un tasso abbastanza scelto anche dai clienti esperti in materia in quanto sanno di andare incontro all'andamento dell'inflazione.

Non è affatto possibile discutere su un tasso di interesse, ma sicuramente si potrà scegliere fra le varie offerte sul mercato finanziario (le quali sono sempre molto simili tra di loro).

mutuo a tasso fisso

Orgoglio e vitalizio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€
(Risparmi 1,8€)


Differenza tra tasso fisso e tasso variabile

Vi sono delle differenze tra il tasso fisso e il tasso variabile. Il tasso fisso comporta una rata superiore rispetto al tasso variabile, in quanto il cliente inizialmente paga un certo tasso di interesse direttamente alla banca più una certa percentuale inerente all'assicurazione che la banca interessata stipula per potersi proteggere.

Ma una volta stabilito all'inizo del contratto del mutuo non varierà fino alla fine. Sarebbe opportuno effettuare un mutuo in un periodo dove i tassi di interesse siano molto bassi per far sì che paghino delle rate ragionevoli. Il tasso fisso ha lo svantaggio di essere più alto ma in compenso vi dà la certezza di non aumentare nei vari anni!

Il tasso variabile invece presenta un valore mutevole a seconda dell'indice di riferimento preso in considerazione. Questo tasso ha il vantaggio di essere più basso di quello fisso, ma nel momento in cui l'indice di riferimento aumenta, aumenterà anche la rata del vostro mutuo. In compenso però se l'indice di riferimento diminuirà anche la vostra rata scenderà!

  • Risparmiare con la surroga mutuo Fino a febbraio 2007, periodo in cui il decreto Bersani è intervenuto a regolamentare le operazioni di surroga del mutuo, il soggetto che aveva stipulato un contratto di mutuo con un istituto di credi...
  • Prestiti fra privati I prestiti fra privati, cioè tra persone fisiche, che possono essere parenti oppure amici, hanno valore legale in quanto sono riconosciuti e tutelati dalla Legge. Devono però essere occasionali e non ...
  • Concetto di mutuo. Connessione fra l’immobile e il denaro. Il mutuo è un contratto definito nell’ordinamento italiano dall’articolo 1813 del Codice Civile, che consiste in un prestito da parte di un soggetto (il mutuante) a un altro soggetto (il mutuatario). ...
  • Calcolo rate mutuo Il mutuo è un contratto stipulato tra due soggetti, che assumono i nomi di mutuario e mutuante. Il mutuante è la banca o un qualsiasi istituto di credito, che dietro richiesta del mutuario, mette a di...

Il prestito vitalizio ipotecario

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,5€
(Risparmi 3,5€)


Come si calcola il mutuo tasso fisso

Ebbene sì è possibile calcolare il mutuo stabilito a tasso fisso, ma vediamo come! In passato il tasso fisso dei mutui non poteva essere seguito passo per passo, nè calcolato, ma veniva comunicato direttamente dalle banche (con cui si aveva stipulato il contratto del mutuo) periodicamente.

Ad oggi, invece, chiunque può ricavarlo da solo, (anche tramite un apposito simulatore presente su internet che vi permetterà di immettere tutti i dati necessari) basta che sia noto lo spread che è stato precedentemente applicato al mutuo.

Una volta conosciuta questa informazione allora servirà solo rilevare la quotazione del parametro IRS di durata equivalente a quella del mutuo stipulato ed in seguito dovrete sommarla direttamente allo spread, ottenendo in questo modo il tasso fisso di mutuo applicato da quel determinato istituto di finanziamento.


Mutuo tasso fisso: Il miglior mutuo a tasso fisso

Ad oggi bisogna chiedersi: qual è il miglior modo per poter scegliere un mutuo con un tasso fisso conveniente? Innanzitutto è bene confrontare le proposte delle varie banche. Soltanto con questa modalità potrete trovare il mutuo economico che può fare al caso vostro e che vi permetterà di comprare una casa oppure se vi è già un mutuo in atto cambiarlo con uno più conveniente provando così a risparmiare. Il tutto può essere effettuato anche online, mediante dei comparatori di mutui italiani che vi permetteranno di confrontare i mutui di una miriade di banche, in modo veloce e semplice.

Ad oggi vi sono molte banche che offrono dei mutui con dei tassi di interesse fissi convenienti, per cui non vi resta che mettervi alla ricerca di quello giusto, adatto alle vostre esigenze economiche e che vi garantisca una certa tranquillità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO