Sospensione mutuo

Tempi di crisi, una contromisura potente

È opinione comune che la crisi che ancora oggi ci attanaglia poggi le proprie radici agli inizi degli anni 2000. Nel 2007 un passo importante per cercare di correre ai ripari è stato compiuto, approvando la legge n.244 del 24 dicembre; data evocativa, il giorno prima di Natale, per un provvedimento del genere. L'istituzione, del fondo di solidarietà per i mutui prima casa, era infatti prevista in tale disegno di legge, voluta per dare la possibilità a molti di sospendere le rate dei finanziamenti in corso, in caso di temporanea difficoltà e sopraggiunte ridotte capacità reddituali del nucleo familiare. Ma è solo dopo una serie di cambiamenti alle norme che lo regolamentavano, che il fondo è diventato operativo il 27 aprile 2013, con l'approvazione del decreto ministeriale n. 37, che ha apportato alcune ulteriori modifiche ai requisiti iniziali degli aventi diritto.
Sospendere le rate mutuo prima casa

Orgoglio e vitalizio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€
(Risparmi 1,8€)


Chi può beneficiare del decreto n.37 del 2013

Le condizioni per poter accedere al fondo di solidarietà per i mutui sono molteplici e piuttosto severe. Innanzitutto il richiedente deve aver perso il lavoro successivamente all'accensione del mutuo. I motivi di tale stato di disoccupazione poi, non devono dipendere da risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro, o di cessazione per limiti di età, nè da licenziamento per giusta causa. Un altro possibile motivo per beneficiare della legittima sospensione del mutuo è il riconoscimento di handicap grave, non inferiore all'80%, o la morte di un cointestatario del finanziamento. Bisognerà però soddisfare altre condizioni, pena l'esclusione dai diritti derivanti dal decreto ministeriale n. 37. Una è che l'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE), di chi ha stipulato il mutuo prima casa, non sia superiore a 30mila euro, e che lo stesso mutuo non superi i 250mila euro.

  • Mutuo inpdap L'inpdap è l'istituto che un tempo si occupava del trattamento pensionistico degli insegnanti italiani; oggi l'inpdap è stato assorbito dall'inps che ha mantenuto alcune delle vantaggiose offerte prev...
  • Come richiedere un preventivo mutuo on line Come si fanno i preventivi mutuo? Semplice! Direttamente on line.Oggi, infatti, è possibile utilizzare gli strumenti web messi a disposizione attraverso i siti degli istituti finanziari per richiedere...
  • Mutuo fondiario ipotecario Tra mutuo fondiario e ipotecario le differenze sono importanti per scegliere la soluzione più conveniente alle proprie necessità e possibilità economiche. Il mutuo fondiario è concesso soltanto per l'...
  • Come funziona la simulazione del mutuo La simulazione mutuo viene realizzata attraverso dei software specifici che si possono trovare sia sui siti dei principali istituti bancari che sui siti delle piattaforme che si occupano di comparazio...

Il vitalizio. Le beffe della morte

Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,1€
(Risparmi 0,9€)


Altri motivi di esclusioni e caratteristiche della sospensione mutuo prima casa

Le regole, che limitano il numero degli aventi diritto alla sospensione, riguardano anche l'andamento dei pagamenti del mutuo stesso, per cui ritardi nel pagamento delle rate, superiori a 90 giorni consecutivi, faranno decadere la nostra possibilità di accedere al fondo. Restano esclusi anche quei mutui revocati, in cui sia stata iniziata una procedura esecutiva ipotecaria o anche solo una notifica dell’atto di precetto. Così come atto d'impedimento costituiscono assicurazioni esistenti che garantiscano l'intestario per la stessa sospensione di cui si fa carico il fondo di solidarietà. Se siete tra quelli che soddisfano tutte le condizioni poste in essere dal D.M. del 2013 invece, non vi resterà che compilare il modulo che troverete sul sito della Consap o Dipartimento del Tesoro, stamparlo e presentarlo alla banca che vi avrà erogato il mutuo. La legge vi darà diritto ad ottenere fino a 18 mesi di sospensione, anche non consecutivi, del vostro mutuo prima casa.


Sospensione mutuo: Modalità di sospensione del mutuo prima casa e controindicazioni

Stante la difficile situazione economica, ottenere una sospensione del mutuo fino a 18 mesi (complessivi) non può che essere d'aiuto. Ovviamente saremo liberi di sospendere anche solo per 3 mesi, e usufruire di questa possibilità per massimo due volte, fino a totalizzare i 18 mesi concessi. Ma che fine fanno le rate sospese e gli interessi relativi? Le rate si accoderanno ovviamente alla fine del mutuo stesso, restando quindi a nostro carico, il problema semmai deriva dagli interessi. Se è vero che il fondo di solidarietà si accollerà una parte di questi, una quota resterà in carico a noi, generando spese, chiamate oneri di sospensione, che potranno ammontare anche a migliaia di euro, come ha rilevato l'associazione Altroconsumo. L'esborso, più marcato nei casi di finanziamento a tasso fisso, dovrà essere comunque effettuato alla fine del mutuo, mantenendo intatta la finalità di dare ossigeno temporaneo a chi è in difficoltà.



COMMENTI SULL' ARTICOLO