Libretto postale

Libretto postale rendimento oro, dettagli e condizioni

Uno degli strumenti di gestione del risparmio più diffuso è senza dubbio il libretto postale. Sono loro i re del risparmio per un uso pratico e facile e per un approccio a tutte le età. Tra quello più usato e diffuso c'è il libretto di risparmio postale nominativo ordinario. Il libretto ordinario permette di versare e prelevare senza spese anche da bancomat dove è possibile prelevare fino a 600 euro al giorno e 2500 euro al mese. Unica spesa è quella di bollo mentre per quanto riguarda i rendimenti le differenze ci sono eccome. Il Libretto Nominativo ordinario permette un rendimento annuo lordo dello 0,20% ma per tutti i conti la cui giacenza media dell'anno precedente abbia superato il 35% avrà un piccolo premio. I risparmiatori avranno, l'anno successivo, una maggiorazione dello 0,25%, quello che in gergo viene chiamato il "rendimento oro", rispetto al rendimento di partenza il cosiddetto "rendimento giallo".
Libretto nominativo ordinario

Libretto postale 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


Libretto postale nominativo, opzioni e caratteristiche

I libretti di risparmio postale sono alcuni degli strumenti più usati dagli italiani per mettere insieme i propri guadagni o, meglio, le proprie pensioni. Ci sono libretti per ogni uso e ogni età e ognuno propone caratteristiche diverse. Tra le varie scelte ci sono anche quelli disponibili per i minori (nominativi speciali per i minori) che, divisi per fasce di età, permettono ai ragazzi dai 0 ai 18 anni di avere a disposizione i propri risparmi anche da prelevare, solo da 12 anni in poi o addirittura per pensare ad investimenti vari, dai 14 ai 18 anni. I libretti sono disponibili anche in caso di diatribe giudiziarie in atto. Quest'ultimo è il libretto postale di risparmio nominativo giudiziario disponibile per raccogliere i soldi che arrivano da procedimenti giudiziari. In questo caso non ci sono spese di tenuta conto, nè di apertura e nè per versamenti e prelievi.

  • Poste italiane Risparmio Postale Online è un servizio collegato al Libretto Nominativo Smart. Permette di avere informazioni ed effettuare disposizioni anche al di fuori dei normali orari degli Uffici Postali. Deve ...
  • libretto postale on line A livello finanziario, i buoni fruttiferi postali, essenzialmente sono dei titoli particolari riservati a ciascun cliente che ne richiede l'apertura. Essi sono emessi dallo Stato Italiano, cui fonte è...
  • libretto di risparmio poste italiane Il libretto di risparmio postale è un servizio offerto dalla CDP e dalle Poste Italiane, che permette di depositare i propri risparmi in tutta sicurezza, usufruendo della garanzia dello Stato Italiano...
  • postamat La carta libretto postale online è una vera e propria innovazione introdotta da poco, si tratta di una carta elettronica dotata di un microchip abbinata al libretto postale che vi aiuterà a rendere pi...

Libretto postale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


Libretto postale Smart 2015, dettagli e novità

Le novità in materia di risparmio e di libretti postali non mancano mai e anche nell'estate 2015 è arrivata un'ultima creatura, il Libretto Postale Smart. Quali sono le novità? Quali i rendimenti e i costi? Iniziamo parlando degli interessi visto che il libretto promette un tasso annuo lordo dell’1,25%. Niente male se a questo sommiamo il fatto che lo Smart è totalmente gratuito e, quindi, non ha alcun costo di gestione, nè per le operazioni allo sportello o con la carta se optate per il circuito postale. Infine, gli intestatari possono essere fino a quattro. Il libretto Smart permette agli utenti di avere anche un codice Iban che si può usare per ricevere o fare un bonifico ma solo dopo aver comunicato alla Posta i propri dati bancari. Non il massimo della comodità se ci pensiamo bene ma tra tanti vantaggi qualche svantaggio deve pur esserci.


Libretto postale, Iban e interessi

I libretti postali sono alla portata di tutti per risparmi, da tenere più o meno vincolati, e per veri e propri conti su cui ricevere lo stipendio o usare per le spese di tutti i giorni. Ma quanto è possibile "guadagnare" sui nostri risparmi anno dopo anno? A causa della crisi e del calo dei tassi di interesse, per i libretti postali i rendimenti sono "poveri". I risparmiatori, però, possono fare due conti sapendo che si parte dai libretti ordinari che danno un interesse lordo dello 0,25 o dello 0,20%, si passa dai libretti Smart (novità assoluta) che danno l'1,75% lordo, e finendo ai libretti per i minorenni che danno un rendimento lordo del 2,25%. A questo, però, dobbiamo sommare il fatto che, sugli interessi liquidati, viene applicato un prelievo del 26%. Su alcuni libretti c'è anche un'imposta di bollo in somma fissa di 34,2 euro all'anno ma solo in alcuni casi in cui le giacenze superano i 5000 euro.




COMMENTI SULL' ARTICOLO