Calcolo cessione del quinto

Calcolo della cessione del quinto dello stipendio

Tra le varie tipologie di prestiti garantiti rientra anche la cessione del quinto dello stipendio: si tratta di una forma di prestito personale con alcune particolarità. Innanzitutto le rate del prestito richiesto da parte del lavoratore dipendente vengono trattenute direttamente dallo stipendio. Questo rappresenta un'altissima garanzia in merito al rispetto dei pagamenti previsti, con problematiche che possono insorgere solamente nel caso in cui si perda il lavoro. Tuttavia è prevista un'apposita assicurazione obbligatoria, che fungerà da garanzia per il credito ottenuto con il prestito, nei casi di morte del debitore, di malattia o appunto nell'eventualità di perdita del lavoro. Per quanto riguarda il calcolo della cessione del quinto dello stipendio, vanno considerate rate con un importo fisso: le stesse, così come emerge dalla stessa denominazione del prestito, non possono essere superiori alla quinta parte dello stipendio.
cessione del quinto dello stipendio

La cessione del quinto dello stipendio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,1€
(Risparmi 0,9€)


Vantaggi della cessione del quinto dello stipendio

La cessione del quinto dello stipendio è una tipologia di prestito pensata per i lavoratori dipendenti. Per quanto riguarda i vantaggi, il principale è rappresentato dal fatto che la cessione del quinto dello stipendio si può ottenere in modo più semplice rispetto agli altri prestiti, dal momento che non è previsto il controllo preventivo richiesto in genere per verificare l'effettiva capacità di rimborso del prestito. Tecnicamente la cessione del quinto avviene tramite trattenuta diretta in busta paga, la quale sarà poi utilizzata dal datore di lavoro per rimborsare l'ente finanziatore. Di conseguenza quest'ultimo si sentirà maggiormente tutelato contro potenziali rischi di insolvenza. La rata di rimborso, sempre inferiore al 20% dello stipendio netto continuativo mensile, può essere prevista per una durata massima di 120 mesi: generalmente, invece, la durata minima di richiesta è pari a 24 mesi. Il rischio che possano verificarsi casi di insolvenza volontaria del debitore è ridotto al minimo, ma bisogna tenere presente che si tratta pur sempre di una cessione volontaria, che come tale può anche essere revocata.

  • Cessione del quinto per finanziare sogni La cessione del quinto Inps è una tipologia di prestito che prevede un rimborso con rate trattenute direttamente sulla pensione e versate dall’istituto di previdenza. Possono chiedere questo tipo di f...
  • Prestito semplice e veloce. La richiesta di accesso a Piccolo Prestito - oggi corrisposto dall'Inps anche per la gestione ex Inpdap - può essere effettuata da qualunque dipendente o pensionato pubblico iscritto alla Gestione Uni...
  • Cessione del quinto per pensionati Viene detta cessione di un quinto dello stipendio una particolare forma di prestito personale, riservata ai lavoratori dipendenti, e da alcuni anni anche ai pensionati. In sostanza il richiedente si i...
  • Findomestic Banca Findomestic Banca S.p.A. si occupa da 30 anni di credito alle famiglie finalizzato all'acquisto di servizi e beni. La banca si propone di soddisfare le necessità dei clienti, contribuendo a raggiunger...

La cessione del quinto dello stipendio. Leggi, circolari e sentenze in materia di pignorabilità degli stipendi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,5€
(Risparmi 4,5€)


Limiti del prestito attraverso la cessione del quinto

Sebbene la cessione del quinto riguardi principalmente i lavoratori dipendenti, con busta paga mensile ed importo previsto, attualmente anche un soggetto pensionato o un lavoratore atipico può accedere a questa forma di prestito, con l'aggiunta di alcuni limiti. Tra questi, ad esempio, rientra la pensione di invalidità civile oppure quella di reversibilità, che non consente al soggetto di richiedere questo tipo di prestito; inoltre, per il lavoratore a termine la durata di tale prestito non può superare mai la scadenza del contratto di lavoro. Gli enti finanziatori inoltre richiedono la presenza di una forma di assicurazione obbligatoria, che possa fungere da ulteriore garanzia in caso di morte o malattia. Chiaramente, possono presentare la richiesta di prestito attraverso cessione del quinto anche i dipendenti di aziende private: in questi casi sarà la singola banca o l'ente finanziario interpellato a riservarsi la possibilità di valutare le garanzie offerte dal richiedente.


Calcolo cessione del quinto: Esempi di calcolo cessione del quinto dello stipendio

Rimanendo in ambito di prestiti da parte di Poste Italiane, si può fare un esempio di calcolo cessione del quinto, prendendo in considerazione il prestito riservato ai Dipendenti Pubblici. Qualora il proprio stipendio netto sia pari a 1.250 euro al mese, è possibile richiedere un contratto della durata di 120 mesi, con rata mensile di 250 euro e con TAN Fisso 6,74% e TAEG 7,80%. L'importo totale finanziato è così pari a 21.782,143 euro, mentre l'importo richiesto/erogato al cliente è pari a 21.032,14 euro. Gli interessi sono pari a 8.217,86 ed il costo totale del credito a 8.967,86 euro. Per quanto riguarda le spese, si ha un importo di apertura istruttoria pari a 100,00 euro e di distribuzione pari a 200,00 euro: i costi di gestione ammontano a 450,00 euro, mentre non si hanno spese inerenti ad imposta di bollo su contratto, nè per le comunicazioni periodiche, nè per incasso e gestione rata. L'importo totale dovuto è così pari a 30.000 euro. Sono necessari alcuni requisiti per ottenere il finanziamento, tra cui un’età massima di 65 anni alla scadenza del piano di ammortamento, con anzianità di servizio di 42 anni al massimo per gli uomini e di 41 anni per le donne.



COMMENTI SULL' ARTICOLO