Con il prestito d'Onore della Regione Marche puoi far nascere la tua impresa

Prestito d'Onore: un fondo per i tuoi sogni

Oggi i cittadini residenti nella Regione Marche - sia donne che uomini - hanno un modo in più per realizzare i loro sogni imprenditoriali. Si chiama prestito d'Onore ed è lo strumento di "politica attiva del lavoro" che il consiglio regionale ha attivato per far fronte alla difficoltà di avere credito dalle banche per avviare o mantenere viva un'impresa. Coscienti che la piccola e media impresa siano tra le colonne portanti dell'economia nazionale e regionale, le Marche si dotano di questo fondo per sopperire alla mancanza di liquidità di cui le aziende si lamentano. I requisiti per accedere al finanziamento regionale sono sostanzialmente la residenza da almeno 12 mesi nella Regione Marche e un'età anagrafica compresa tra i 18 e i 60 anni. I candidati devono inoltre rispondere a queste caratteristiche: essere disoccupate/i o inoccupate/i, essere in cassa integrazione (sia ordinaria che straordinaria o in deroga) o essere donne occupate "over 35".
La sede del gruppo Tod's nelle Marche

I prestiti d'onore per gli studenti universitari. Riflessioni ed esperienze

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,29€
(Risparmi 4,71€)


Il funzionamento del prodotto

L'iniziativa ha come obiettivo quello di finanziare le nuove attività d'impresa sia in forma di ditta Individuale, che di Società, di Persone e di Società Cooperativa (con un numero di soci compreso tra i 3 e i 5). Le imprese finanziate possono essere di vario genere, ma devono operare nella produzione di beni, nel commercio o nei servizi. Il finanziamento ha una durata di 6 anni e ha il vantaggio di non prevedere alcuna spesa oltre al fatto di non richiedere nessun tipo di garanzia per di facilitare la fase di avvio della nuova impresa. Gli importi massimi finanziabili sono pari a 25mila euro per imprese Individuali e Società con meno di 3 soci e di 50mila euro per le Società con almeno 3 soci. E' importante segnalare che il neo imprenditore non sarà lasciato solo nella gestione delle prime fasi della sua impresa, ma sarà assistito da un Tutor dedicato che lo seguirà dalla compilazione della domanda di ammissione al "Prestito d’Onore regionale" fino a dodicesimo mese di attività. Quest'ultimo vuole essere uno strumento per trasferire motivazione, metodologia e professionalità, al fine di facilitare il più possibile l'inizio del'attività.

  • Calcolo rate prestito Il calcolo delle rate di un prestito si rivela fondamentale per confrontare le condizioni economiche personali con le varie offerte di prestiti di banche ed istituti di credito. In pratica è important...
  • Cessione del quinto Possono richiedere e accedere alla cessione del quinto tutti i dipendenti pubblici, statali o di aziende private, che siano assunti con contratto a tempo indeterminato; devono avere un'età compresa tr...
  • Prestiti d'onore destinati agli studenti Il prestito d'onore di cui si parla nel decreto legge citato, è finanziato dal PMI (Piccole e Medie Industrie) ed è gestito da Invitalia.È destinato alle nuove partite IVA aperte da giovani che inte...
  • Prestiti fra privati I prestiti fra privati, cioè tra persone fisiche, che possono essere parenti oppure amici, hanno valore legale in quanto sono riconosciuti e tutelati dalla Legge. Devono però essere occasionali e non ...


Principali caratteristiche tecniche

Il prestito d'Onore è stato concepito come un prestito chirografario che non richiede nessun tipo di garanzie. Il piano di ammortamento previsto è costituito da una rata trimestrale e costante per tutta la durata del finanziamento (6 anni). Il tasso di interesse annuo nominale (TAN) che verrà applicato dal fondo sarà pari al 3,20% annuo. Per facilitare l'avvio della nuova impresa non solo non è previsto alcun tipo di spesa istruttoria, ma tutte le imposte e le tasse previste sul finanziamento sono da considerarsi a carico della Banca.


Con il prestito d'Onore della Regione Marche puoi far nascere la tua impresa: Presentare la domanda

Per presentare la domanda di ammissione l'aspirante imprenditore dovrà rispettare le indicazioni dell'Avviso Pubblico ed utilizzare la modulistica fruibile e scaricabile dal sito internet dell'iniziativa (www.prestitodonore.marche.it). Per avere informazioni e sostegno nelle fasi della compilazione della domanda, oltre alla già citata figura del Tutor, sono stati previsti dei punti informativi e di orientamento su tutto il territorio regionale. La domanda di ammissione, una volta compilata, dovrà essere presentata presso qualsiasi filiale della Banca Marche presente sul territorio regionale. E' inoltre necessario prevedere, già in fase in compilazione della domanda, i preventivi delle spese finanziabili, la documentazione che attesti il possesso dei requisiti tecnico-professionali necessarie ai fini dello svolgimento dell’attività e la situazione contabile aggiornata (solo nel caso di acquisizione di un'attività già esistente).



COMMENTI SULL' ARTICOLO