Carta di credito poste

La carta di credito delle poste: tipi e caratteristiche

Da anni sempre più persone utilizzano i servizi bancari di Poste Italiane. Non stupisce, quindi, che vi sia un’ampia scelta anche per chi decide di avere una carta di credito in posta. Bancoposta offre diverse soluzioni, di cui alcune anche per coloro che non hanno un conto corrente postale. In linea generale, l’offerta di carte di credito della posta si riduce a due categorie: le Postepay ricaricabili, utilizzabili da chiunque, e le Carte Bancoposta tradizionali, associate ad un conto corrente postale. Le prime sono uno strumento pensato soprattutto per l’uso online, anche se possono essere usate per i pagamenti nei negozi. Le seconde, invece, sono carte di credito tradizionali, legate al conto corrente. Il circuito utilizzato da tutte le carte Bancoposta è Mastercard, rendendole accettate praticamente in tutto il mondo. Alcune Postepay utilizzano i circuiti Visa e Visa Electron.
le carte di credito postali

TRAVANDO ® Portafoglio uomo con protezione RFID "SYDNEY" Porta carte di credito con clip per contanti, Porta tessere slim tascabile, Porta documenti piccole, Raccoglitore tessere banconote sottile

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,95€
(Risparmi 13€)


Le carte Bancoposta: tipologie e differenze

La carta di credito di Poste Italiane standard è la Bancoposta Classica. Si tratta di una carta Mastercard utilizzabile per pagamenti e prelievi di contante tramite sportelli automatici in tutto il mondo, ove sia accettato il circuito Mastercard. Inoltre, può essere utilizzata in modo sicuro per i pagamenti online tramite il codice di sicurezza Mastercard Securecode. Il pagamento del saldo può avvenire il mese successivo, in soluzione unica e senza interessi, oppure con opzione revolving, suddividendolo in rate mensili soggette a interessi. Identica come modalità di utilizzo, ma con un massimale di spesa molto più alto, è la Carta Bancoposta Oro, riservata a clienti con reddito superiore ai 26.000 Euro netti l’anno. Per chi cerca qualche funzionalità in più nella sua carta di credito delle Poste, esiste la Carta Bancoposta Più. Anche in questo caso le funzioni di base sono le stesse ma vi è maggiore possibilità di personalizzare il fido disponibile e le modalità di rimborso rateale.

    DP DESIGN® PORTAFOGLIO IN PELLE PORTA CARTE DI CREDITO PORTAFOGLI NERO DA UOMO SLIM

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 5,9€


    La famiglia Postepay: semplice e versatile

    La carta di credito Postepay è la ricaricabile standard di Poste Italiane e può essere utilizzata anche da coloro i quali non hanno un conto corrente postale. Il funzionamento è molto semplice e prevede di poter caricare del credito tramite il proprio conto Bancoposta o con una operazione di sportello. Il credito, utilizzato per gli acquisti, viene scalato immediatamente, senza spese di gestione o interessi. Esistono diverse varianti di Postepay. Tra queste vi è la Postepay Evolution che, pur funzionando con le medesime modalità, è nominativa e dotata di un codice IBAN, grazie al quale è possibile disporre e ricevere bonifici . La variante Twin prevede due carte associate di cui una deputata a trasferire denaro sull’altra. In questa variante, le ricariche possono essere effettuate anche attraverso le tabaccherie, le ricevitorie SISAL e perfino tramite i portalettere. Ci sono poi una variante NewGift, pensata per essere regalata, e la e-Postepay, interamente virtuale.


    Carta di credito poste: La carta di credito postale: pregi e difetti

    La carta di credito postale è, quindi, disponibile in molte varianti che si adattano a diverse tipologie di utenti. Chi ha bisogno di flessibilità e non vuole avere un conto postale può utilizzare una delle tante Postepay. Il loro vantaggio, inoltre, è quello di avere costi di gestione nulli o ridottissimi, a seconda del modello. Per chi, invece, ha un conto corrente postale, l’utilizzo di una delle Carte Bancoposta è sicuramente una soluzione interessante. Resta sempre la possibilità di utilizzare una Postepay per gli acquisti su internet dato che, essendo ricaricabile, è possibile gestire meglio la spesa e prevenire i possibili danni derivanti da truffe, furti e clonazioni. Tutte le carte di credito postali permettono anche il prelievo di contante dagli sportelli automatici Visa o Mastercard, a seconda della carta, in tutto il mondo. In questo caso, però, è sempre prevista una commissione che corrisponde a circa il 4% dell’importo prelevato. Le Carte Bancoposta, inoltre, prevedono il pagamento di una quota annuale.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO