Fondi di investimento

Fondi di investimento

I fondi di investimento sono una soluzione per combattere la crisi e aumentare i guadagni. Molto spesso il timore che la zona euro arrivi ad un momento di rottura è sempre in agguato, tuttavia ci sono diversi margini per i quali questo non avviene. La suddivisione è lo strumento più efficace per combattere tale timore ed evitare che si concretizzi. Un buon investimento è quello che segue la regola d'oro: spalmare i propri risparmi su un numero elevato di obbligazioni e di azioni riduce il rischio. Questa soluzione è indicata anche a chi investe cifre di denaro piuttosto modeste. Un investimento può avvenire in tre modi: l'interessato può recarsi in banca e farsi aiutare, oppure acquisire i fondi direttamente on line o, infine, rivolgersi a un superconsulente indipendente capace di seguire la persona in qualsiasi momento.
fondi di investimento

Fondi Comuni d'Investimento

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


I migliori fondi di investimento

Tra i migliori fondi di investimento dobbiamo ricordare i fondi comuni aperti. Sono gestiti direttamente dalla "società di gestione del risparmio" e hanno la caratteristica principale di accomunare le somme di più risparmiatori. Gli importi sono investiti in differenti attività finanziarie come azioni, obbligazioni, titoli di stato eccetera. La scelta dipende dall'investitore e da chi lo aiuta in questa fase. Una volta individuato il profilo, si passa alla selezione dei fondi. Ogni risparmiatore deve essere informato e dedicare del tempo a capirne le caratteristiche e gli aspetti più importanti. I migliori fondi sono quelli che, in un tempo determinato, hanno dato un rendimento più elevato in proporzione al rischio. I costi sono altri aspetti da valutare, ossia, se sono eccessivi è bene dapprima confrontare più possibilità e procedere alla scelta dove esistono delle formule convenienti.

  • Intesa Sanpaolo Intesa San Paolo è l'istituto di credito che monitora costantemente la quotazione dei titoli azionari e l'andamento dei mercati internazionali per consentire ai propri clienti di verificare eventuali ...
  • logo poste italiane L'offerta base dei fondi BancoPosta prevede le seguenti offerte: fondo monetario, fondo obbligazionario a breve termine, fondo obbligazionario a medio/lungo termine, fondo misto, fondo bilanciato e un...
  • lingotti d'oro Investimenti e Sviluppo S.p.A. è una società quotata in Borsa che si occupa di acquisizione di partecipazioni. E’ controllata da Sintesi S.p.A., ha holding di partecipazioni.Investimenti e Sviluppo Ac...
  • Investire i propri risparmi in Btp La convenienza dei Btp è legata alla sua durata.Titoli con scadenza maggiore e più lontana riconoscono una cedola più alta rispetto a quelli con scadenze brevi.Questo è dovuto anche al rischio volatil...

I fondi comuni di investimento

Prezzo: in offerta su Amazon a: 6,8€
(Risparmi 1,2€)


Fondi di investimento sicuri

Se avete deciso di investire alcune somme di denaro messe da parte dopo qualche tempo, la soluzione da scegliere è quella dei fondi comuni. Prima di decidere di investire, è meglio informarsi e rivolgersi al proprio consulente di fiducia. I fondi comuni sono nati negli anni ottanta e hanno avuto subito un grande successo legato soprattutto al fatto che, per iniziare, non sono richieste delle ingenti somme di denaro. Sono fondi di investimento sicuri e facili, sono tutelati dall'autorità giudiziaria e controllati dalla banca che garantisce la loro legittimità. Il risparmiatore, inoltre, ha la possibilità di controllare ogni giorno l'andamento del proprio investimento su internet e sui giornali finanziari. Il ritorno economico dipende dalle attività svolte dall'investitore, tra le quali l'acquito delle quote che hanno un valore ben preciso.


Fondi di investimento italiani

I fondi di investimento italiani possono essere di due tipologie: aperti e chiusi. I primi sono caratterizzati da un capitale variabile, gli altri hanno il capitale fisso. In Italia gli organi che controllano i fondi sono due enti principali: Consob e Banca d’Italia. La prima ha il potere di controllare le attività svolte dai soggetti incaricati del collocamento. La Banca d'Italia, in collaborazione con l'operato della Consob, approva tutte le regole relative alla gestione dei fondi comuni. Le attività svolte ogni giorno sono notevoli. Il benchmark è il parametro adottato anche nel nostro paese per riconoscere il profilo di un prodotto o di un fondo e quindi il suo relativo rischio. Tutti i fondi italiani devono indicare il benchmark su tutti i documenti rivolti al pubblico e deve essere confrontato con l'andamento del fondo.




COMMENTI SULL' ARTICOLO