Energia elettrica

Costo dell'energia elettrica al kWh

L'energia elettrica si utilizza per far funzionare i tanti elettrodomestici presenti oggi in ogni abitazione, oltre a varie luci e lampade. Il costo dell'energia elettrica al kWh dipende dal tipo di mercato cui si aderisce. In Italia è possibile ricevere l'energia elettrica con il servizio di maggior tutela, in questo caso è un garante nazionale che stabilisce, ogni tre mesi, il costo per un kWh; si distinguono costi diversi, da quello per chi ha un contratto con una singola fascia oraria, a quelli per coloro che hanno un contratto con due diverse fasce orarie, che quindi pagano cifre inferiori per l'energia elettrica utilizzata nelle ore serali e notturne e nei fine settimana. Per chi invece aderisce al libero mercato il costo di un kWh di energia elettrica dipende strettamente dal gestore che si occupa delle utenze di casa, che in genere presenta offerte di varia tipologia. In questi casi di solito il costo per kWh è fissato per 12 o 24 mesi e può essere anche qui a tariffa mono oraria o a tariffe differenziate secondo la fascia oraria quotidiana. Inoltre esistono diverse tipologie di contratti, che garantiscono quantità diverse di potenza impegnata nella singola ora.
Tralicci per il trasporto dell'energia elettrica

Misuratore Di Consumo Dell'Energia Elettrica RCE PM600 - Il modello più evoluto - Strumento di precisione ad alta risoluzione in grado di misurare anche potenze di decimi di Watt

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27€
(Risparmi 9,99€)


Offerte di energia elettrica

Da quando il mercato dell'energia elettrica è stato liberalizzato in Italia si hanno a disposizione diverse offerte per la fornitura dell'energia elettrica. In linea generale non è così semplice comprendere quali siano i gestori più convenienti, anche perché il costo totale della bolletta è dato da differenti voci, dove la quota pagata per ogni singolo kWh utilizzato incide solo in parte. Inoltre per il mercato di maggior tutela, indipendentemente dal gestore, il costo dell'energia elettrica è stabilito a livello nazionale e non dal gestore stesso. Per trovare la giuste offerte di energia elettrica è importante sapere quanto si consuma mensilmente e quale potenza è necessaria quotidianamente: i contratti che garantiscono una potenza massima di 1,5 kWh sono quelli più convenienti, ma chiaramente tale potenza non permette di utilizzare contemporaneamente due grandi elettrodomestici. Possono in alcuni casi risultare interessanti le offerte che propongono un fisso mensile, calcolato su un utilizzo medio dell'energia elettrica e non sulla quantità effettivamente prelevata.

  • Facsimile di una bolletta dell'Enel Si sente spesso nominare e la sua comparsa nella nostra cassetta delle lettere è motivo di vera e propria paura per quello che ci attende una volta aperta la busta. Ma in che cosa consiste la bolletta...
  • La sede di ACEA energia Nel caso in cui dobbiate modificare i dati presenti sulla vostra bolletta ACEA o desideriate effettuare delle variazioni per quanto riguarda il tipo di contratto o la residenza in cui rilevare i consu...
  • E.on energia Eon energia Milano è un'azienda di fornitura di energia elettrica e gas ai privati ed alle aziende. Opera in Europa, in Nord America e in Russia, contando una buona percentuale di clienti in ognuno di...
  • Enel Energia Elettrica Enel Energia Elettrica offre numerosi prodotti, ideali per soddisfare le esigenze di consumo di privati ed imprese. Tra queste troviamo il vantaggioso pacchetto Enel Semplice Luce che permette all'ute...

XCSOURCE 230V 5 (100) A AC Power Meter Contatore Energia Elettrica KWH Guida DIN BI104

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€


Risparmiare energia elettrica

Il modo migliore per pagare poco la bolletta mensile consiste nel risparmiare energia elettrica, nei casi in cui il gestore fornisce un conteggio strettamente correlato al consumo mensile di tale bene. I suggerimenti disponibili per un utilizzo sensato e intelligente dell'energia elettrica sono vari e sempre validi. La prima cosa da fare consiste nell'utilizzare l'energia elettrica solo quando è necessario: quindi tenere accese le luci sono quando serve e quando fuori è molto buio, sfruttando la luce solare quanto più possibile; riempire correttamente gli elettrodomestici, quali lavatrici e lavastoviglie, evitando di accenderli quando non sono ancora completamente pieni; evitare di lasciare aperti frigoriferi o freezer a lungo; evitare di accendere la tv o la radio quando non c'è nessuno in casa. Quando si ha un contratto a fasce orarie si possono attuare comportamenti che permettono una leggera diminuzione sui pagamenti mensili, visto che il costo dell'energia elettrica nelle ore serali e nel fine settimana, con questi contratti, è leggermente inferiore a quello nelle ore centrali della giornata. Non si tratta di risparmiare l'energia elettrica, ma di utilizzarla quando costa meno.


Energia elettrica: Le offerte di energia elettrica

Oltre al costo per kWh o alle tipologie di contratto oggi esistono diverse offerte di energia elettrica, che si differenziano per altre caratteristiche. Visto che produrre energia elettrica può causare una buona dose di inquinamento ambientale, esiste oggi la possibilità di rivolgersi a gestori che si occupano di distribuire solo energia elettrica derivante da fonti pulite o rinnovabili. Le centrali elettriche di vecchia concezione bruciano carburanti fossili per ottenere elettricità; quando si utilizza l'energia elettrica l'inquinamento ambientale che si produce è bassissimo, ma se la fonte dell'energia è una turbina a gasolio, chiaramente l'impatto ambientale è decisamente elevato. Oggi si possono ottenere contratti con gestori dell'energia elettrica che distribuiscono elettricità prodotta per la maggior parte da fonti rinnovabili, quali l'energia eolica o ottenuta dal sole con le celle fotovoltaiche. Non si tratta di energia necessariamente a buon mercato, ma sicuramente a minore impatto ambientale.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO