Conto deposito poste

Il conto deposito di poste italiane

Quando si effettuano investimenti presso le poste è necessario aprire un conto deposito di poste italiane. Tale conto viene chiamato Deposito Titoli, anche se in realtà non contiene titoli o altre tipologie di prodotti finanziari. Si tratta di un conto di appoggio o di utilità. In quanto tale non si connota come un classico conto corrente, nel senso che non è possibile effettuare dei prelievi dalla liquidità presente e non è neppure possibile avere un bancomat o una carta di credito collegate a questo tipo di conto. Le Poste semplicemente utilizzano tale conto per spostarvi le cifre che il cliente intende investire, in modo da averle disponibili nel momento in cui si intendono acquistare titoli, obbligazioni o altri prodotti finanziari di diversa natura. Il conto di deposito titoli contiene anche indicazioni relative ai prodotti finanziari in possesso del cliente, insieme con le relative quotazioni. Si può quindi richiedere un estratto conto del conto deposito, in modo da avere una relazione dello stato degli investimenti.
Conto deposito poste

Serbatoio di accumulo SEAFLO .75L SEAFLO .75L Accumulator Tank

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28€


Conto di deposito postale

Oltre al conto di deposito titoli è disponibile anche un'altra tipologia di conto di deposito postale: il libretto postale. Tale prodotto finanziario si connota come un conto bancario, quindi si possono depositare e prelevare contanti dal conto ed è possibile avere una carta di debito ad esso correlato, con cui prelevare contanti presso qualsiasi sportello postamat, o pagare acquisti tramite un POS. Il libretto postale però è un vero e proprio conto di deposito, che permette di ottenere una certa quota di interesse sui soldi che vengono lasciati nel conto. Per ottenere tale interesse è però necessario vincolare la liquidità presente sul libretto, in genere per periodi di tempo non inferiori ai 6 mesi. Il vantaggio dei libretti postali sta nel fatto che non presentano alcun tipo di spesa di gestione, di apertura o di chiusura; l'unica spesa dovuta a Poste Italiane è legata all'eventuale duplicazione del libretto, ma anche in questo caso si tratta di cifre minime.

  • conto desposito Su un conto deposito è possibile versare la somma di denaro che si desidera dedicare al proprio risparmio e avere in cambio la possibilità di ricevere, a seconda del tasso di interesse offerto, un ren...
  • Filiale IngDirect in cui è possibile attivare il conto arancio di persona. Il conto arancio non è, a dispetto del nome, un conto corrente classico, bensì un conto deposito proposto dalla banca IngDirect che consente di depositare i propri risparmi, ricevendo in cambio un int...
  • Conto deposito chebanca Un'ottima scelta per gestire i propri risparmi è Chebanca Conto Deposito vincolato a 3, 6 o 12 mesi. Si tratta di un Conto che offre la massima comodità al cliente, permettendo di aprire il deposito a...
  • Miglior conto deposito Per poter effettuare la scelta del miglior conto deposito, è necessario valutare le diverse caratteristiche e procedere ad un confronto tra le varie alternative proposte sul mercato.Innanzitutto bisog...

Salvadanaio Bancomat

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,35€


Conto di deposito di poste italiane 2013

Il conto di deposito di poste italiane del 2013 si presentava come un interessante opportunità per guadagnare qualche euro. Tutti i detentori di un conto corrente presso poste italiane potevano infatti decidere di vincolare parte dei loro averi, fino ad un massimo di 500000 euro, per ottenere un interesse pari al 3,5% annuo. Questo tasso di interesse era decisamente molto interessante, soprattutto se lo si guarda confrontandolo ai tassi di interesse ottenibili oggi. Questo tipo di prodotto di Poste Italiane oggi presenta tassi di interesse molto inferiori, se non nulli in alcuni casi. Le variazioni dei tassi di interesse sono dovute all'inflazione annuale e all'andamento dei mercati finanziari. Mentre nel 2013 tali indicatori suggerivano di poter garantire un guadagno interessante a molti investitori, oggi è necessario rivolgersi a mercati più rischiosi, come quello azionario, che non possono garantire guadagni certi.


Conto deposito poste: Un conto deposito in posta

Fino ad alcuni anni fa il conto deposito della posta era un investimento molto remunerativo. Oggi le cose sono molto cambiate e parte della variazione dei tassi di interesse di conti correnti ed investimenti è dovuta all'inflazione, che non è così alta come negli anni passati. Per certi versi questo evento è un bene, visto che in buona parte i tassi di interesse coprivano la perdita di valore di acquisto subita nel corso degli anni dal denaro. Allo stesso tempo però il mercato finanziario oggi non è così remunerativo come un tempo, visto che la crisi economica è ancora presente in gran parte dei paesi occidentali e anche nel resto del mondo. Per effettuare ancora oggi degli investimenti in posta è necessario rivolgersi verso altri prodotti finanziari, come ad esempio i buoni fruttiferi postali o i bond. Nel primo caso si tratta di prodotti emessi da Poste Italiane, che garantiscono un certo interesse a scadenze prefissate, con restituzione del capitale investito ogni 5 o 10 anni. I bond sono prodotti simili, commercializzati da Poste Italiane, ma correlati ad altri istituti finanziari.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO